Il presidente della SEC Jay Clayton dice che Bitcoin continuerà a crescere

All’inizio di questa settimana, un annuncio sul sito web della Securities and Exchange Commission ha rivelato che Jay Clayton, l’attuale presidente della commissione, uscirà nel 2021 e ricopre la sua attuale carica dal 2017, facendone uno dei presidenti più longevi della commissione.

Clayton non è stato necessariamente un alleato della comunità della crittovaluta. Durante il suo periodo, molti operatori del settore hanno cercato di far approvare dalla commissione un Bitcoin Exchange-Traded Fund (ETF). Tuttavia, questi sono stati negati ripetutamente.

Clayton su Bitcoin

Ora, prima di dimettersi ufficialmente, il presidente Clayton ha espresso le sue opinioni riguardo a Bitcoin, dicendo alla CNBC che le „inefficienze“ degli attuali sistemi di pagamento continuano a guidare la popolarità di Bitcoin.

Parlando durante un’intervista su Squawk Box della CNBC il 19 novembre, Clayton ha confermato che la SEC considera il Bitcoin come un meccanismo di pagamento e un deposito di valore e non come una sicurezza.

„Beh, mettiamola così. Non abbiamo regolamentato il Bitcoin come sicurezza. Abbiamo stabilito che il Bitcoin non era un titolo; era molto più un meccanismo di pagamento e un deposito di valore […] il governo regola i pagamenti. Vedremo altre regolamentazioni intorno allo spazio dei pagamenti“.

Va notato che, nonostante non abbia mai permesso un ETF, Clayton non si è mai opposto ai principi fondamentali del Bitcoin, ma ha piuttosto espresso la sua preoccupazione che gli investitori o coloro che non ne sono a conoscenza possano essere soggetti a rischi inutili quando investono in un ETF Bitcoin.

Fondamentalmente, la SEC è preoccupata che la natura non regolamentata di alcuni scambi di bitcoin renda il prezzo del bene soggetto a facili manipolazioni. Tuttavia, Clayton ritiene che il bitcoin continuerà a crescere mentre le regolamentazioni si evolvono con la natura mutevole del mercato.

„Quello che stiamo vedendo è che i nostri attuali meccanismi di pagamento, sia a livello nazionale che internazionale, hanno inefficienze. Queste inefficienze sono le cose che stanno guidando l’ascesa del Bitcoin… E ne vedremo ancora di più. Vedremo questo maturare e vedremo più regolamentazione intorno allo spazio dei pagamenti digitali“.

L’avvertimento dell’ICO

E non si tratta solo di Bitcoin e di ETF, Clayton aveva anche sollevato serie preoccupazioni riguardo ai rischi che circondavano le ICO quando queste erano in pieno boom nel 2017, per ricordare al pubblico che era considerata un’offerta di titoli ed è soggetta a regolamentazione.

„Quando la gente usa gli asset cripto come titoli per raccogliere capitali per un’impresa, la SEC lo regolamenta. E quello che stava accadendo nella mania delle ICO era che la gente usava le ICO ed essenzialmente faceva offerte di titoli pubblici senza registrarle presso la SEC“.

A partire da ora, gli esperti del settore considerano il ritiro di Clayton come una rinnovata possibilità di approvazione di un ETF Bitcoin. Ogni appassionato di crittografia spera che il prossimo presidente sia più aperto verso le valute crittografiche come il commissario della SEC Hester Peirce.